Ip Come Ricatto

Nel metamondo di Second Life, uno stormo di falli volanti ha aggredito la regins dell'architettura virtuale Anshe Chung, la più famosa immobiliarista di SL, che ha un'azienda con 30 impiegati e dice di aver accumulato più di 1 milione di $ comprando e rivendendo terreni su SL.
Per la visione del video si rimanda a http://www.youtube.com/watch?v=29361_XFpTc
Indignata, si è appellata alle severi leggi americane sulla proprietà intellettuale per tutelarsi dalla diffusione delle scabrose immagini dell'evento.
L'attacco ha scatenato una polemica sul diritto della proprietà intellettauale e sul fair use, cioè l'uso legittimo, delle immagini.
I diritti di proprietà intellettuale sono concessi dai gestori di Second Life, Linden Labs, a ciascuno degli utenti (anche se non mancano i dubbi a riguardo), tuttavia l'istituto del fair use non dovrebbe costituire un'eccezione nell'ambito dei mondi virtuali, soprattutto in virtù del fatto che negli screenshot e nei video non si riproduce il codice sul quale è costruito l'oggetto virtuale, ma una rappresentazione dell'oggetto.
La disciplina del fair use, però, sta iniziando ad essere erosa dalle rivendicazioni dei detentori dei diritti, che impugnano le leggi in materia di proprietà intellettuale e sembrano brandirle come un ricatto.
Coloro che si appellano al fair use vengono messi di fronte alla scelta di assecondare le pretese dei detentori dei diritti o affrontare costose e logoranti battaglie legali.

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1837775

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 License.